Con CoopVoce Sostieni la Solidarietà

SMS solidale da cellulare


Il Pranzo di Natale è una tradizione della Comunità di Sant’Egidio dal 1982, quando alcuni poveri furono accolti nella basilica di Santa Maria in Trastevere. Il banchetto si è allargato raggiungendo 60 paesi in tutto il mondo. Perché Sant’Egidio è una famiglia e a Natale fa festa con i suoi amici di tutto l’anno: bambini, anziani, malati, senza dimora, detenuti, rifugiati. Diversi sono i luoghi dove si apparecchia il pranzo: chiese, case, scuole, ma anche istituti per anziani, carceri e ospedali. Non solo una festa commovente, ma un segno di pace in un mondo pieno di violenza, e la scoperta del vero senso del Natale per tanta gente che viene ad aiutare. Nel 2016 200mila poveri hanno partecipato al Pranzo di Natale: 40.000 in Italia, in 80 città. E quest’anno, col tuo aiuto, vogliamo far crescere ulteriormente il Pranzo di Natale e lanciare un forte messaggio di solidarietà.

 

Contribuisci con un SMS del valore di 2 euro dal 10 al 25 dicembre.



Insieme a Fondazione Telethon per la cura delle malattie genetiche rare. Dal 16 al 23 dicembre torna sulle reti Rai la maratona Telethon, l’evento televisivo che raccoglie fondi a favore della migliore ricerca italiana sulle malattie genetiche rare, offrendo la speranza di una cura alle persone con queste patologie. A causa della loro rarità, queste malattie sono perlopiù prive di terapie efficaci perché trascurate dai grandi investimenti pubblici e privati in ricerca biomedica. Dal 1990, grazie al sostegno dei donatori, Fondazione Telethon ha investito oltre 497 milioni di euro per finanziare più di 2.600 attività e progetti di ricerca sulle malattie genetiche rare. I due istituti della Fondazione, Tigem di Pozzuoli (NA) e SR-Tiget di Milano, sono riconosciuti quali eccellenze internazionali nel campo delle malattie genetiche rare per la qualità dei loro risultati. Proprio al SR-Tiget è stata sviluppata la prima terapia genica con cellule staminali al mondo diventata un farmaco, Strimvelis, per curare i bambini affetti da Ada-Scid, una gravissima immunodeficienza congenita. Dal 4 al 24 dicembre, in occasione della maratona televisiva 2017, sostieni la ricerca Telethon, dona 2 euro inviando un sms dal cellulare personale Coop Voce al numero 45518 L’appello per la lotta alle malattie genetiche rare chiama anche te: rispondi #presente.

 

Contribuisci con un SMS del valore di 2 euro dal 4 al 24 dicembre.




“Non Toccatemi La Mamma” è un impegno concreto a favore delle mamme vittime di violenza e dei loro figli. In particolare il progetto Non Toccatemi La Mamma ha un duplice obiettivo: contrastare ogni forma di violenza di genere e promuovere attività legate al cambiamento culturale, alla sensibilizzazione e prevenzione del fenomeno della violenza della violenza su donne e bambini/e, offrendo sul territorio nazionale servizi di supporto rivolti alle donne e ai minori vittime di violenza assistita e la diffusione di una cultura rispettosa della dignità delle donne. Secondo L’OMS il 35% delle donne nel mondo hanno subito violenza. In Italia 1 donna su 3 è vittima di violenza e il 65% sono mamme che hanno subito violenza dinanzi ai propri figli. Sarebbero almeno 400.000 in Italia i minori vittime della cosiddetta violenza assistita di genere.

 

Contribuisci con un SMS del valore di 2 euro dal 3 al 23 dicembre.



Per dare continuità all’importante lavoro iniziato lo scorso anno, Mediafriends ha scelto di proseguire con la grande campagna di raccolta fondi e di comunicazione sociale in favore della lotta ai tumori infantili. Quattro le associazioni individuate da Mediafriends: AIL , AIRC, Fondazione dell’Ospedale Pediatrico Meyer Onlus di Firenze e Make-A-Wish Italia Onlus, associazione che realizza il desiderio del cuore dei bambini affetti da gravi patologie per donar loro una vita migliore.

 

Contribuisci con un SMS del valore di 2 euro dal 26 novembre al 17 dicembre.


Fino all'ultimo bambino è la Campagna Globale di Save the Children per salvare e dare un futuro ai bambini senza un domani, quelli che hanno bisogno di tutto, che muoiono perché non hanno neanche la possibilità di mangiare. Al mondo c'è abbastanza cibo per tutti ma povertà, guerre e disastri naturali e cambiamenti climatici fanno sì che troppe famiglie non riescano a nutrire i propri bambini. La fame implacabile indebolisce il sistema immunitario dei bambini e li lascia vulnerabili alle infezioni e alle malattie. Nel mondo, 155 milioni di bambini sotto i 5 anni presenta problemi nella crescita dovuti alla malnutrizione. Save the Children lavora ogni giorno per contrastare questo problema. Solo nel 2016 abbiamo raggiunto 21 milioni di bambini con i nostri programmi di salute-nutrizione. Ma ancora tanto resta da fare. Perché un mondo che volta la faccia anche a un solo bambino, la volta al suo futuro.

Contribuisci con un SMS del valore di 2 euro dal 9 ottobre al 6 novembre.